Teratozoospermia moderata

Una coppia è considerata infertile quando non è riuscita ad arrivare ad una gravidanza dopo un anno di tentativi per avere un bambino.

Diagnosi di teratozoospermia moderata

Sarà allora necessario che si rechi ad un centro riproduttivo, perché si analizzi la situazione e si verifichi se esiste un problema di sterilità in uno dei due membri della coppia, o in entrambi.

Nel 30-50% dei casi, il fattore maschile è coinvolto nei problemi di fertilità; per questa ragione, vengono studiate simultaneamente le fertilità dell’uomo e della donna. Attraverso l’analisi del seme, o spermiogramma, viene valutata la qualità seminale dell’uomo.

La teratozoospermia moderata viene diagnosticata quando i risultati delle analisi, secondo il criterio di Kruger, mostrano che solo tra il 5 ed il 9% degli spermatozoi ha una forma normale. Il resto degli spermatozoi presenta malformazioni nella testa, nel collo o nella coda, o in più d’una di queste parti insieme.

Con una teratozoospermia moderata è piuttosto complicato avere figli in modo naturale. Gli uomini che soffrono di questa patologia devono ricorrere ad un trattamento di fecondazione artificiale di media complessità, per poter arrivare al concepimento. La tecnica più adeguata è la fecondazione in vitro (IVF), anche se è necessario analizzare più fattori e personalizzare il trattamento di ogni coppia, per quanto possibile.

Cookies allow us to show customized advertising and collect statistical data. By continuing to use our website, you are agreeing to our cookies policy.